Storia

La Nostra Storia

Il vino… una passione di famiglia.

Le radici della Società Agricola Colli Asolani risalgono all’inizio del secolo scorso, quando il bisnonno Giovanni Bedin intraprese il mestiere di vivaista viticolo dedicandosi alla produzione di barbatelle di vite. In quell’epoca nelle campagne del trevigiano era consuetudine “maritare” le viti al gelso, abbinando la produzione di grappoli d’uva a quella di fogliame per l’alimentazione del baco da seta.

Giacomo Bedin, il nonno, ereditò dal padre la passione per la terra e seguì le sue orme acquistando nel 1948 il podere di Cornuda. Qui, nelle fertili e soleggiate colline che si affacciano verso il santuario della Madonna della Rocca, insediò i primi due ettari di vigneto – piantando le viti allevate in casa come di consuetudine nelle aziende agricole di quel tempo – e trasmise al figlio Giovanni la costanza e l’intraprendenza proprie delle generazioni precedenti.

Continuando l’ormai consolidato mestiere di famiglia, Giovanni Bedin intensificò gli sforzi nella viticoltura rendendola definitivamente attività cardine dell’azienda e affiancandovi allo stesso tempo l’allevamento di bestiame. Sotto la sua guida, verso la fine degli anni ’60, l’azienda si fece promotrice della prima “Mostra del vino” di Cornuda contribuendo a rafforzare il legame tra il territorio, i suoi abitanti e i pregiati vini delle loro colline, destinati a diventare ben presto eccellenze a livello internazionale. Giovanni portò avanti l’allevamento di bestiame fino a metà degli anni ’80 e destinò complessivamente tre ettari a vigneto, iniziando a sua volta i figli all’arte della viticoltura e della vinificazione.

Enrico Bedin, attuale titolare, e i fratelli Luigi, Denis e Damiano affiancano il padre per imprimere, verso la fine degli anni ’80, la svolta che trasforma gradualmente l’azienda agricola di stampo più tradizionale in un’azienda vitivinicola ed agrituristica in linea con le moderne esigenze di mercato. Conservando i valori trasmessi dai loro avi per portarli nel futuro, i fratelli Bedin proseguono la specializzazione nell’attività vitivinicola arricchendo il podere del nonno con progressivi impianti di vigneti e con la costruzione della nuova cantina e dei suoi impianti di vinificazione, imbottigliamento e confezionamento.

Oggi la Società Agricola Colli Asolani, con i suoi 40 ettari di vigneti, è una realtà moderna, proiettata nel domani ma ben radicata nel passato della sua terra. Così, dopo quattro generazioni, la famiglia Bedin fa ancora della passione il suo mestiere, unendo all’attenta cura del prodotto la volontà di continuare a valorizzare il territorio attraverso la salvaguardia di specie autoctone che conservano i profumi e i sapori dell’antica campagna.